Giuseppe Sbriglio

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

forza_delle_idee1

OSPITI, VITTIME DI COVID 19, PRESSO RSA ( RESIDENZE SANITARIE ASSISTENZIALI): CONSIGLI SU COME DIFENDERSI

Tema di grande rilevanza nel panorama giuridico italiano, soprattutto in questo periodo buio, quello inerente la responsabilit medica.

Come noto la materia stata recentemente interessata dalla legge di riforma Gelli Bianco, che ne ha ridisegnato la disciplina da un punto di vita civilistico e penalistico e non si esclude che, a causa dellemergenza sanitaria che ha colpito duramente il nostro Paese, la stessa non venga modificata nuovamente.

In ogni caso, come noto, in tema di responsabilit civile la summenzionata legge Gelli Bianco ha previsto, tra laltro, la natura contrattuale della responsabilit della struttura (pubblica o privata).

La portata della norma di fondamentale rilevanza.

Infatti il soggetto vittima di unamalpracticemedica, anche per quanto attiene il tema di strettissima attualit Covid 19, potr agire, previo esperimento del procedimento di mediazione o del procedimento di accertamento tecnico preventivo ex art. 696 bis cpc, nei confronti della struttura con la quale ha concluso il contratto ai sensi degli artt. 1218 e 1228 cc. Sar, infatti, sufficiente per il paziente danneggiato allegare il danno e graver invece sulla clinica lonere dimostrare il corretto operato dei propri medici per andare esente da responsabilit.

In ambito civile, infatti, per non incorrere in responsabilit, lesercente la professione sanitaria tenuto allosservanza delle linee guida che, come specificato dalla legge in esame, debbono essere pubblicate ed elaborate da enti ed istituzioni pubblici e privati, nonch dalle societ scientifiche ed associazioni tecnico scientifiche delle professioni sanitarie iscritte in un apposito elenco istituito e regolamentato con decreto del Ministro della Salute.

Al fine di garantire una maggior tutela ai pazienti, e per una maggior trasparenza, la legge Gelli Bianco, ha poi posto in capo alle strutture sanitarie lobbligo di stipulare una polizza assicurativa per la responsabilit civile verso terzi e per la responsabilit civile dei prestatori dopera.

La copertura deve essere estesa anche ai danni cagionati dal personale medico a qualunque titolo operante presso le strutture.

Resta fermo inoltre lobbligo di copertura assicurativa per il medico che esercita allinterno della struttura sanitaria in regime libero professionale o che si avvale della struttura stessa nelladempimento dellobbligazione assunta con il paziente.

La copertura prevista dalle polizze assicurative deve comunque prevedere copertura anche per gli eventi verificatisi nei 10 anni precedenti alla conclusione del contratto di assicurazione.

In ogni caso le strutture devono pubblicare sui propri siti internet i dati riguardanti limpresa assicuratrice, gli estremi delle polizze stipulate e le clausole contrattuali previste da questultime.

Sempre riguardante il profilo assicurativo, meritevole di menzione infine il riconoscimento in capo al paziente danneggiato della cosiddetta azione diretta nei confronti dellassicurazione delle strutture sanitarie.

Tale innovazione comporta che il soggetto che ritenga di aver subito un danno conseguente a cure mediche, potr ora rivolgersi per ottenerne ristoro direttamente nei confronti dellimpresa assicuratrice, salvo comunque convenire nel giudizio anche la struttura medico sanitaria.

In termini di economia processuale, nonch di tutela del paziente, la previsione introdotta dalla legge Gelli- Bianco ha apportato significative migliorie alla procedura risarcitoria, in quanto riconosce al danneggiato la facolt di instaurare immediatamente un contatto con limpresa assicuratrice della struttura sanitaria o del medico ritenuto responsabile.

Pare adesso il caso adesso di soffermarsi su un altro tema di attualit, ovvero quello relativo alle residenze sanitarie assistenziali (RSA), le case di cura e le case di riposo.

Anche le citate strutture, purtroppo, sono state violentemente colpite dal Covid 19, con tutte le drammatiche conseguenze del caso per i loro ospiti.

E bene ricordare ai lettori che grava anche in capo alle strutture sopra citate, qualora abbiano posto in essere delle condotte non a norma di legge, un profilo di responsabilit che determiner, in favore dei parenti degli ospiti delle stesse, un diritto al risarcimento dei danni.

Per tutto quanto sopra esposto onde evitare di ottenere risarcimenti irrisori, grazie alla consulenza di tecnici specializzati
in materia di responsabilit civile e responsabilit medica, Adusbef pu fornire assistenza ed utilissimi
consigli per ottenere un congruo ristoro dei danni patiti.

Avv. Giuseppe Sbriglio

Info tel. 011306444

e mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


blog comments powered by Disqus