Giuseppe Sbriglio

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

forza_delle_idee1

Estendere l'eccellenza torinese dell'ospedalizzazione a domicilio

L’ospedalizzazione domiciliare consiste nel seguire direttamente presso le proprie abitazioni,  a seguito di una valutazione specifica da parte del personale medico, pazienti bisognosi di prestazioni particolarmente complesse tali da richiedere cure di livello ospedaliero.

 

Per accedere a questo servizio, occorre soddisfare pochi ma indispensabili requisiti, come la presenza di un supporto adeguato di famigliari ed il domicilio nell’area di competenza del servizio ma, a fronte di queste limitate condizioni, i benefici riscontrabili sono sostanziali.

Uno degli aspetti di maggiore importanza è che il paziente ricoverato nel proprio ambiente familiare manifesta minori sintomi depressivi ed una riduzione dello stress. Un paziente curato a casa propria reagirà indubbiamente meglio di uno costretto a vivere in un ambiente estraneo, come un reparto ospedaliero o una casa di cura.

La Sanità non si deve occupare solo di “curare” il malato, ma anche di migliorarne il più possibile la qualità della vita, pertanto è essenziale favorire lo sviluppo di un’iniziativa così lodevole.

 

I vantaggi del curare le persone presso il proprio domicilio, inoltre, non si esauriscono in un miglioramento del benessere del paziente. L’ospedalizzazione domiciliare garantisce anche una maggiore disponibilità di posti letto negli ospedali, per le emergenze e i ricoveri inevitabili.

Essa non comporta alcun aumento dei costi, bensì un risparmio (nell’ultimo anno circa 4 milioni di euro).

Meno costi, un servizio migliore.

 

Torino si è sempre distinta per le proprie eccellenze in ambito sanitario ed in effetti gli ospedali Molinette e Regina Margherita di Torino sono gli unici in Italia a vantare reparti specializzati in prestazioni così all’avanguardia. Tuttavia, attualmente il servizio non copre tutta la città, negando di fatto l’accesso alle cure domiciliari ai cittadini che risiedono al di fuori della zona sud.

E' fondamentale pertanto rendere l’ospedalizzazione domiciliare fruibile a tutti i cittadini, e possibilmente estendere questo tipo di cure anche alle altre realtà del Piemonte.

Giuseppe Sbriglio


blog comments powered by Disqus