Giuseppe Sbriglio

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

forza_delle_idee1

Sicurezza negli stadi: paghino le Società di Calcio

Visti i recenti gravissimi disordini, avvenuti in occasione della finale di Coppa Italia Fiorentina – Napoli, una riflessione sul tema della sicurezza in occasione degli eventi calcistici è doverosa.
Ogni anno, i servizi di ordine pubblico fuori dagli stadi costano ai contribuenti centinaia di milioni di euro. 

ziapoli2

Ciascuna partita richiede l’impiego straordinario di centinaia di donne e uomini appartenenti alle diverse forze dell’ordine – impegnati in servizi di ordine pubblico, viabilità e controlli commerciali – le cui prestazioni essenziali vengono remunerate dallo Stato e non è corretto imporre che tutto l’onere della gestione di una manifestazione calcistica ricada sulla collettività.

Sarebbe il caso che anche l’Italia si adeguasse ai modelli efficienti adottati da altre nazioni quali Gran Bretagna o Germania, dove i costi per l’ordine pubblico sono a carico delle Società che organizzano l’evento.

Il denaro risparmiato potrebbe così essere investito per migliorare le dotazioni degli agenti di polizia che si trovano spesso a svolgere i propri compiti di sicurezza in condizioni disagevoli, con mezzi spesso inadeguati.

Una parte dei risparmi potrebbe essere inoltre reindirizzata verso quei settori di pubblica utilità che risultano maggiormente carenti, primo fra tutti quello della Sanità.

In un momento di crisi tanto sentita, in cui innumerevoli servizi essenziali vengono sacrificati tutti i giorni per mancanza di fondi, l’Amministrazione Pubblica non può più permettersi di rimandare la discussione di un tema così attuale.

Giuseppe Sbriglio


blog comments powered by Disqus