Giuseppe Sbriglio

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

forza_delle_idee1

News

Estendere l'eccellenza torinese dell'ospedalizzazione a domicilio

L’ospedalizzazione domiciliare consiste nel seguire direttamente presso le proprie abitazioni,  a seguito di una valutazione specifica da parte del personale medico, pazienti bisognosi di prestazioni particolarmente complesse tali da richiedere cure di livello ospedaliero.

 

Per accedere a questo servizio, occorre soddisfare pochi ma indispensabili requisiti, come la presenza di un supporto adeguato di famigliari ed il domicilio nell’area di competenza del servizio ma, a fronte di queste limitate condizioni, i benefici riscontrabili sono sostanziali.

Uno degli aspetti di maggiore importanza è che il paziente ricoverato nel proprio ambiente familiare manifesta minori sintomi depressivi ed una riduzione dello stress. Un paziente curato a casa propria reagirà indubbiamente meglio di uno costretto a vivere in un ambiente estraneo, come un reparto ospedaliero o una casa di cura.

La Sanità non si deve occupare solo di “curare” il malato, ma anche di migliorarne il più possibile la qualità della vita, pertanto è essenziale favorire lo sviluppo di un’iniziativa così lodevole.

 

I vantaggi del curare le persone presso il proprio domicilio, inoltre, non si esauriscono in un miglioramento del benessere del paziente. L’ospedalizzazione domiciliare garantisce anche una maggiore disponibilità di posti letto negli ospedali, per le emergenze e i ricoveri inevitabili.

Essa non comporta alcun aumento dei costi, bensì un risparmio (nell’ultimo anno circa 4 milioni di euro).

Meno costi, un servizio migliore.

 

Torino si è sempre distinta per le proprie eccellenze in ambito sanitario ed in effetti gli ospedali Molinette e Regina Margherita di Torino sono gli unici in Italia a vantare reparti specializzati in prestazioni così all’avanguardia. Tuttavia, attualmente il servizio non copre tutta la città, negando di fatto l’accesso alle cure domiciliari ai cittadini che risiedono al di fuori della zona sud.

E' fondamentale pertanto rendere l’ospedalizzazione domiciliare fruibile a tutti i cittadini, e possibilmente estendere questo tipo di cure anche alle altre realtà del Piemonte.

Giuseppe Sbriglio

Add a comment

Sbriglio: "Multe a Torino, talvolta illegittime"

Sconto-sulle-multe“Sulle multe, il Comune di Torino sta prendendo una posizione eccessiva, che penalizza gli automobilisti”. Giuseppe Sbriglio, consigliere comunale e candidato in Regione nella lista Chiamparino per il Piemonte, solleva molte perplessità sul sistema sanzionatorio dell’amministrazione comunale, che “talvolta, ma soprattutto negli ultimi anni sta dimostrando una lotta all’automobilista che va persino oltre la volontà del legislatore”.

Add a comment
Leggi tutto...

Elezioni regionali

Care amiche e cari amici,

Un Piemonte più forte e più ricco: insieme, dobbiamo lavorare per far ripartire l’economia della nostra Regione.

Mi candido nella lista del Monviso Chiamparino per il Piemonte perché intendo portare avanti la mia battaglia a favore di chi crea occupazione, di chi assume in modo regolare, di chi distribuisce ricchezza, di chi lavora in Piemonte.

Condivido con il nostro candidato Presidente Sergio Chiamparino lo stesso obiettivo: istituire aree “franche”, a burocrazia ridotta, dove far insediare nuove imprese, che assumano lavoratori. Ma non solo.

- Lavoro: il nostro territorio deve dare risposte alle giovani generazioni, attrarre risorse e creare le condizioni affinché le aziende siano competitive, grazie a strumenti di defiscalizzazione territoriale.

- Sanità: occorre migliorare l’efficienza del nostro sistema sanitario, evitandone gli sprechi. Si deve avviare un piano di investimenti per le strutture, avendo sempre cura di mantenere i costi in regola.

- Difesa dei consumatori: attuare una tutela più efficace, con sportelli del consumatore aperti a tutti, gratuiti ed un Corecom (Comitato Regionale per le Comunicazioni) che risponda alle vertenze in pochi giorni, non in mesi.

- Sport: non è più concepibile dover ricorrere a procedure complicatissime per riuscire a sbloccare le risorse economiche. L’attività sportiva è utile perché diminuisce il rischio di patologie nella popolazione e deve quindi essere difesa come parte del welfare.

- Sociale: dar voce a chi voce non ne ha, non lasciare indietro gli ultimi: i diversabili sono una risorsa da valorizzare sia nel lavoro che nell’assistenza. Per questo mi batterò con la coerenza dei fatti che mi ha contraddistinto fino ad ora. Sostenetemi, insieme daremo nuova dignità al Piemonte.

 

firma-sbriglio

  alt

Add a comment

Sbriglio: 'Strana gestione del progetto Fila, vigileremo'

progetto-stadio-Filadelfia-C“Il progetto del nuovo Filadelfia, purtroppo, rischia di essere un po’ raffazzonato. Per questo c’è rammarico, ma è chiaro che si dovrà continuare a lavorare affinché anche la Regione Piemonte vigili

Add a comment
Leggi tutto...

Sbriglio: 'Una cerimonia in Comune per le unioni tra omosessuali'

unioni gayE' stato il primo in Italia a chiedere a un Comune di celebrare in modo formale le unioni civili tra cittadini omosessuali. Giuseppe Sbriglio, 42enne consigliere comunale di Torino che oggi si candida nella lista Chiamparino

Add a comment
Leggi tutto...

Pagina 8 di 17

LE BANCHE APPLICANO INTERESSI ELEVATI. CHE FARE

11/10/2017
V'è da un lato la possibilità di veder abbattere la posizionedebitoria nei confronti di una Banca, dall'altro l'opportunità per leaziende e i privati di recuperare gli interessi non dovuti, pagati ericapitalizzati fino ad oggi, se il conto è ancoraattivo, o fino alla data di chiusura del conto se non avvenuta a oltredieci anni di distanza.In...
Leggi tutto